Tribunale di Roma – Sentenza 23 giugno 2016, n. 6211, Dott. Maria Gabriella Marrocco

Demansionamento – risarcimento del danno – natura – tassazione – esclusione

La somma corrisposta al lavoratore a titolo di risarcimento del danno da demansionamento non deve essere sottoposta a tassazione, perché non integra un ripianamento della cessazione di un guadagno bensì il ristoro di un danno emergente, estraneo come tale alla previsione dell’art. 6 co. 1 e 2 del DPR 917/1986.

Qualora il datore di lavoro abbia operato le ritenute di legge sull’ammontare complessivo riconosciuto giudizialmente, il creditore procedente può intimare il pagamento anche dell’importo corrispondente a tali ritenute, spettando in ogni caso al Giudice dell’opposizione all’esecuzione la verifica, ancorchè incidentale, della rilevanza fiscale o meno del credito in parola.

Avv. Filippo Aiello

Scarica il provvedimento 

About Avv. Filippo Aiello

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *